Prevenzione rischi Pediatria e neonatologia

Ricerca rapida di prodotti

Selezionare una categoria o una sottocategoria

Evitare i rischi in pediatria e neonatologia è fondamentale

I pazienti pediatrici rappresentano una particolare categoria in ospedale. Hanno esigenze uniche rispetto alla popolazione adulta. I pazienti pediatrici non sono piccoli adulti; a causa del loro sviluppo fisiologico, dell'età e delle dimensioni richiedono un livello speciale di cura e assistenza. B. Braun offre un portafoglio di dispositivi medici e prodotti farmaceutici dedicato a questa categoria speciale. 

La prevenzione del rischio è ancora più importante in pediatria poiché l'incidenza di rischi sostanziali come l'embolia gassosa o l'incompatibilità del farmaco può essere pericolosa per la vita dei piccoli pazienti. 

In effetti, i pazienti pediatrici sono più suscettibili agli errori, in particolare a quelli terapeutici, poiché la loro tollerabilità fisiologica è molto inferiore a quella degli adulti. B. Braun ti informa sui rischi rilevanti durante il ricovero.

Riconoscere i rischi della terapia in pediatria e neonatologia

„Piccoli pazienti. Enormi responsabilità. Proteggiamo i pazienti pediatrici. Insieme.“

Proteggere i bambini è un istinto innato. I genitori sono perfino più sensibilizzati. Per gli operatori sanitari pediatrici proteggere e prevenire i loro piccoli pazienti non è solo un compito quotidiano, ma a volte una vera sfida. Nonostante la crescente consapevolezza della sicurezza dei pazienti, i danni sono ancora frequenti.1

„Gli errori interessano ancora più di un terzo dei bambini rocoverati in ospedale e un numero indefinito di bambini in ambulatorio.(2)“

Pertanto, la prevenzione del rischio rimane oggi un aspetto importante in pediatria. Nelle pagine seguenti potrai approfondire i rischi più comuni correlati all'assistenza pediatrica e neonatale e su come prevenirli.

Altri fattori di rischio per pazienti pediatrici

Prevenire il rischio di Contaminazione Microbiologica

La contaminazione microbiologica è uno dei rischi più pericolosi per i pazienti negli ospedali. Esiste un'ampia gamma di agenti patogeni microbiologici, che possono causare contaminazioni e quindi infezioni. I neonati prematuri con una funzione immunitaria limitata e una diminuzione degli anticorpi materni sono particolarmente a rischio. La contaminazione microbica è stata osservata in uno studio sulle emulsioni lipidiche iniettabili riconfezionate in pazienti ricoverati in terapia intensiva neonatale. Gli agenti patogeni Klebsiella pneumoniae e Candida albicans sono stati quelli più frequentemente individuati3. B. Braun offre prodotti che aiutano a ridurre il rischio di contaminazione microbiologica.

Vuoi saperne di più sul rischio di contaminazione microbiologica? Per un maggiore approfondimento visitare la letteratura seguente.

[1] Mueller BU, Neuspiel DR, Stucky Fisher ER , COUNCIL ON QUALITY IMPROVEMENT AND PATIENT SAFETY, COMMITTEE ON HOSPITAL CARE. Principles of Pediatric Patient Safety: Reducing Harm Due to Medical Care. Pediatrics 2019;143(2). e20183649.

[2] ibid. With reference to Kirkendall ES, Kloppenborg E, Papp J, White D, Frese C, Hacker D et al. Measuring adverse events and levels of harm in pediatric inpatients with the Global Trigger Tool. Pediatrics 2012;130(5).

[3] Omran EA, Eisa FF, Bakr WMK. Microbial Contamination of Neonatal Injectable Lipid Emulsions at 12 and 24 Hours' Infusion Time With Evaluation of Infection Control Measures. J Pediatr Pharmacol Ther. 2020;25(1):53-60.

Evitare il rischio di esposizione a DEHP

Il DEHP, che viene utilizzato come plastificante nella produzione del PVC, è stato collegato agli effetti negativi sui neonati in condizioni critiche e sulle donne in gravidanza o che allattano. Per tale ragione, la sua presenza in dispositivi medici è da evitare poiché questi prodotti sono utilizzati nelle terapie per le popolazioni a rischio. Da ciò sono scaturite numerose attività internazionali, nazionali e regionali, in parte con un'azione legislativa, nel settore sanitario così come in una serie di altri settori, come i giocattoli o il cibo e le bevande. B. Braun offre un'ampia gamma di prodotti DEHP-free.

Vuoi saperne di più sul rischio di esposizione a DEHP? Maggiori informazioni sul rischio.

Ridurre il rischio di esposizione all’alluminio

I pazienti in terapia intensiva, in particolare i neonati e quelli con funzionalità renale compromessa, sono ad alto rischio di tossicità causata dall'accumulo di alluminio nelle ossa, nel plasma, nel fegato e nel sistema nervoso centrale. Pertanto, gli specialisti in terapia intensiva raccomandano di ridurre al minimo l'esposizione all'alluminio in tutti i pazienti che ricevono nutrizione parenterale totale (NPT) e soluzioni elettrolitiche. La sicurezza del paziente deve rimanere la prima e più importante considerazione quando si sceglie la soluzione più adatta per l'indicazione. In alcune soluzioni endovenose, come il calcio gluconato, tuttavia, un alto carico di alluminio proviene dal contenitore piuttosto che dalla soluzione stessa. Questo è il motivo per cui B. Braun si è impegnata nella ricerca per sviluppare un tipo di contenitore che non elevi il contenuto di alluminio del suo gluconato di calcio 10%.

 

 

Vuoi saperne di più sulla prevenzione dei rischi in pediatria e neonatologia? Chiedi ai nostri esperti.

B. Braun Milano S.p.A.
Via Vincenzo da Seregno 14
20161 Milano
Italia