trattamenti del sangue pazienti al centro

Ricerca rapida di prodotti

Selezionare una categoria o una sottocategoria

Terapie salva vita, pensando al benessere dei pazienti

Nei trattamenti extracorporei del sangue, per ottenere il massimo risultato per il paziente, risultano estremamente importanti la relazione con il personale sanitario e la fiducia nell’affidabilità dell’apparecchiatura. Diversi quadri clinici vengono trattati con questo genere di terapie, come ad esempio, la dialisi in sostituzione della funzionalità renale. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità di vita dei nostri pazienti grazie a cure mediche eccellenti e a prodotti di elevata qualità. Sicurezza ed affidabilità sono da sempre alla base del nostro motto.

B. Braun Avitum

B. Braun Avitum è uno dei maggiori fornitori di prodotti e servizi per trattamenti extracorporei. La nostra rete è composta da oltre 300 centri di dialisi e staff di medici ed infermieri altamente qualificati che assicurano soluzioni calate sulle esigenze dei pazienti.
La nostra offerta comprende una gamma completa di modalità terapeutiche: mette a disposizione programmi di pre-dialisi e collabora con i centri di trapianto, nazionali e locali. Il nostro valore aggiunto si contraddistingue con la disponibilità di programmi dialisi vacanza in oltre 25 paesi, con la possibilità per il paziente di sperimentare in prima persona l’elevata qualità delle nostre soluzioni a livello globale, anche lontani da casa.

I nostri centri di nefrologia sono dotati di apparecchiature di ultima generazione:

  • Certificazione di qualità EN ISO 9001 e di Good Dialysis Practice
  • I pazienti hanno la certezza di essere assistiti e trattati in conformità alle linee guida internazionali e con l'utilizzo di attrezzature all’avanguardia, ovunque essi siano
B. Braun Avitum Italy S.p.A.
Via XXV Luglio, 11
41037 Mirandola
Italia

Notiziario sulla dialisi

Granulocito-monocito aferesi nella malattia infiammatoria cronica refrattaria dell’intestino

Gli scienziati del Dipartimento di medicina, del Capio St. Goran Hospital a Stoccolma, in Svezia, di recente sono riusciti a dimostrare in uno studio che l’aferesi con adsorbimento di granulociti e monociti è un trattamento adiuvante efficace nei pazienti con malattia infiammatoria cronica refrattaria dell’intestino.

Lo studio è stato pubblicato nel numero di febbraio 2016 della rivista "Therapeutic Apheresis and Dialysis". La popolazione in studio era composta da 37 pazienti consecutivi con malattia infiammatoria cronica dell’intestino che non rispondevano adeguatamente ai metodi di trattamento convenzionali ed erano quindi stati trattati con granulocito-monocito aferesi (GMA) nel periodo compreso tra il 2004 e il 2012.  23 di questi 37 pazienti soffriva di colite ulcerosa e i restanti 14 pazienti aveva il morbo di Crohn.

È stato evidenziato che 11 persone (30%) manifestavano una buona risposta clinica alla GMA e altri 11 (30%) avevano ottenuto una completa remissione. Ulteriori analisi avevano indicato che il tasso di remissione era significativamente più elevato nei pazienti con colite ulcerosa rispetto ai partecipanti affetti da morbo di Crohn (39% rispetto a 14%).

In 9 casi sono stati osservati effetti collaterali; il mal di testa ( N = 4) è stato quello riportato più frequentemente. Secondo l’opinione degli autori, la granulocito-monocito aferesi sembra, di fatto, essere un regime terapeutico aggiuntivo efficace e sicuro nei pazienti con malattia infiammatoria cronica refrattaria dell’intestino.